Super Mario Bros: il primo videogame a casa

___Quando ti entra in casa la prima console è un momento magico.
Lo è perché puoi giocare per la prima volta a un videogame senza che nessuno ti costringa a inserire gettoni o ad elemosinare il controller di turno.

___Finalmente, è roba tua.
E quando si tratta del NES e di Super Mario Bros. non si può fare altro che genuflettersi e farsi il segno della croce dinanzi a contanto dono dello spirito videoludico. Sia lodato Miyamoto.

___Avevo dieci anni, e ricordo che mio fratello di otto era disperato.
Prima dovevamo trovare il "canale del NES" (ricordiamoci che in dotazione c'era un bel cavo rf/antenna). Una volta regolato, egli si accorse con orrore che la partita era già cominciata.

___In quel tempo giocavamo in una sala giochi aperta da pochissimo a pochi isolati da casa proprio allo stesso gioco, che nonostante i sei anni sulle spalle calamitava ancora un buon numero di gettoni.
Siamo infatti nel 1991, con l'otto bit Nintendo a un passo dalla morte clinica e con il sedici bit pronto sulla rampa di lancio.

___Comunque dicevo che il mio fratellino, abituato a pagare per giocarci, andò su tutte le furie quando vide che Super Mario morì da disgraziato perché nessuno aveva impugnato il controller. Che spreco, perdere una vita così...

___Per due anni e qualcosa fu il nostro fedele compagno di avventure. Solo tre i titoli posseduti in questo arco di utilizzo: Super Mario Bros 1 e 3, e Star Wars. Ma almeno un paio di dozzine guardati, provati e stragiocati dai miei due buoni amici del tempo.

___Super Mario Bros? Finito, bella soddisfazione. C'è da dire che si conoscevano certi trucchetti dai guru della sala giochi ma nonostante ciò è incredibile quanto possa migliorare il controllo di Mario con l'esperienza, la sinergia, l'interazione prolungata.

___Diviene una specie di arte, muoversi col tasto della velocità sempre schiacciato ed eseguire salti millimetrici e rimbalzi calibrati, diventa una danza, un esercizio di stile, che mai esula dal profondo divertimento che può provare anche il principiante.

___Qual ero io, più di 15 anni or sono.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

La reazione di tuo fratello mi ha ricordato un pò il me stesso di un tempo, grazie per aver condiviso.

Anonimo ha detto...

Mario per molti fu un Guru.
Per me non tanto, ma comprendo la situazione!

Ran

AndreaP ha detto...

L'entrata della prima console in casa , che momento meraviglioso. Per me accadde nella prima metà degli anni '80, un Intellivision usato con 4 giochi comprato da un collega di lavoro di mio padre. Space Battle, Basketball, Tron Maze-A-Tron, Las Vegas Poker & Blackjack, questi i nomi dei miei primi compagni di gioco.

Anonimo ha detto...

google law firm

Anonimo ha detto...

Good article! We will be linκing tο this great
article on our ωebsite. Keep up thе goοd writіng.



Μy web blog ... tiszta só